Risorse utili

Ebook
I Migliori Ebook Crescita Personale, Professionale, Finanziaria
Affiliazione
Vuoi Guadagnare? Iscriviti Subito al Programma di Affiliazione
Autore?
Pubblica Online il Tuo Ebook! Il 60% è per te! Ottime Vendite!
AUTOSTIMA.NET: PNL & CRESCITA

sabato 17 ottobre 2009

Conto Energia, Conto Capitale o Conto Interessi?


Le prospettive future del mercato delle rinnovabili, in generale, e del fotovoltaico, in particolare, dipendono anche dalla risposta a questa domanda.
Per Conto Energia, si intende l’erogazione di incentivi, sotto forma di premio dell’energia prodotta dall’impianto.
L’applicazione più famosa è quella definita, nell’ultima sua versione, dal Decreto 19 febbraio 2007 e destinata all’energia da fonte fotovoltaica.
Come sappiamo, tale applicazione è attualmente in fase di revisione.
Per Conto Capitale, si indica una forma di finanziamento all’acquisto dell’impianto, con percentuali che possono variare dal 20% al 75%.
I soldi, cioè, servono ad acquistare l’impianto.
In teoria.
Perché, in pratica, la lentezza con la quale spesso l’amministrazione pubblica eroga il finanziamento costringe a rivolgersi ad una banca.
Con la conseguenza che il beneficio derivante dall’accesso al finanziamento pubblico è annullato o, quanto meno, penalizzato dagli interessi applicati dalla banca alla quale ci si è rivolti per disporre della liquidità necessaria all’acquisto dell’impianto, in attesa dei soldi pubblici.
Per Conto Interessi, infine, si intende una formula di finanziamento da parte delle amministrazioni pubbliche che riduce o annulla gli interessi bancari.
Si tratta di una soluzione estremamente interessante.
In pratica, il soggetto che desidera realizzare l’impianto fotovoltaico si fa prestare i soldi necessari all’acquisto dell’impianto dalla banca alla quale, nel corso degli anni, restituirà il capitale anticipato, grazie all’incentivo del Conto Energia.
Attenzione, restituirà il solo capitale.
Senza interessi.
Perché questi ultimi saranno pagati dall’amministrazione pubblica, in collaborazione con la banca.
E’ su tale strada che si sono mosse, infatti, seppur con modalità differenti, la Regione Piemonte e la Provincia di Milano.
Ripeto, è una soluzione davvero interessante, in quanto fornisce una risposta concreta alla principale perplessità di chiunque voglia installare un impianto fotovoltaico.

Ciao
Fonte: Parole Verdi

Nessun commento: