Risorse utili

Ebook
I Migliori Ebook Crescita Personale, Professionale, Finanziaria
Affiliazione
Vuoi Guadagnare? Iscriviti Subito al Programma di Affiliazione
Autore?
Pubblica Online il Tuo Ebook! Il 60% è per te! Ottime Vendite!
AUTOSTIMA.NET: PNL & CRESCITA

martedì 12 giugno 2012

Consumare acqua significa consumare energia


Lo dimostra lo studio Evaluation of Spain's Water-Energy Nexus pubblicato sull’International Journal of Water Resources Development.
I ricercatori spagnoli hanno evidenziato la correlazione esistente tra consumo di energia e consumo di acqua.
Per produrre energia, è necessario utilizzare grandi quantità di acqua.
Viceversa, la fornitura di acqua comporta grandi consumi di energia.
Secondo i ricercatori spagnoli, il 5,8% del consumo di energia elettrica in Spagna è destinato ad alimentare la fornitura di acqua.
La fornitura di acqua è un processo che si articola in una serie di fasi.
Tra queste, la più energivora è l’estrazione ed il trattamento: il 64% della quantità di energia assorbita dalla fornitura di acqua è consumata nell’estrazione e nel trattamento di acqua.
Ai fini della determinazione della quantità di energia richiesta per la fornitura di acqua, i ricercatori spagnoli non hanno calcolato l’elettricità direttamente collegata all’utilizzo dell’acqua.
L’elettricità, per intenderci, necessaria a riscaldare l’acqua domestica.
Quanta elettricità viene consumata per riscaldare l’acqua?
Il 21% dell’energia primaria consumata dalle famiglie spagnole serve a produrre acqua calda.
Più di un quinto dell’energia primaria, in Spagna, è destinata a riscaldare l’acqua, che verrà utilizzata anche per fare la doccia.
Imparare a sprecare meno acqua significa, quindi, imparare a sprecare meno energia.

Nessun commento: