Risorse utili

Ebook
I Migliori Ebook Crescita Personale, Professionale, Finanziaria
Affiliazione
Vuoi Guadagnare? Iscriviti Subito al Programma di Affiliazione
Autore?
Pubblica Online il Tuo Ebook! Il 60% è per te! Ottime Vendite!
AUTOSTIMA.NET: PNL & CRESCITA

mercoledì 29 aprile 2009

A San Diego il fotovoltaico viene pagato con le tasse


Soluzioni e modelli organizzativi innovativi favoriscono l’attuale diffusione delle fonti rinnovabili e degli interventi di efficienza energetica, sia negli Stati Uniti che in Italia.
A San Diego, in California, ad esempio, è stato annunciato il San Diego Clean Generation Program, che prevede il finanziamento da parte dell'amministrazione pubblica degli interventi di efficienza energetica o della realizzazione di impianti fotovoltaici da parte dei cittadini.
Il finanziamento sarà restituito sotto forma di tasse nell'arco di oltre 20 anni.
In particolare, si tratterà di tasse legate alla proprietà dell'immobile.
In tal modo, in caso di vendita dell'immobile, le tasse continueranno ad essere pagate dall'acquirente e non da chi si è fatto installare l'impianto.
L'amministrazione pubblica a sua volta è finanziata da soggetti privati, come banche o istituti finanziari, nei confronti dei quali emetterà delle obbligazioni.
Ciao

Fonte: Parole Verdi

martedì 28 aprile 2009

Il GSE pubblica la Seconda Edizione della Guida per l’integrazione architettonica


E’ stata pubblicata sul sito del GSE la Seconda Edizione della Guida agli interventi validi ai fini del riconoscimento dell’integrazione architettonica del fotovoltaico.
L’obiettivo è di fornire uno strumento tecnico-operativo agli operatori del settore al fine di individuare correttamente la tipologia di intervento che può essere classificato come di integrazione parziale o totale.
La struttura di questa Seconda Edizione della Guida ricalca l’edizione precedente, con una parte preliminare, nella quale sono trattati i seguenti argomenti:
- le modalità di presentazione della documentazione al GSE
- la certificazione dei moduli
- la sostituzione di coperture in eternit
- le differenze tra impianto integrato ed impianto a terra.
La Guida passa, poi, in rassegna le tipologie di interventi classificabili di integrazione parziale e di integrazione totale.
Vi è un elenco, infine, di casi ritenuti non idonei per la Tariffa Incentivante richiesta.
Ciao

Fonte: Parole Verdi

Si ringrazia per l’immagine:

lunedì 20 aprile 2009

Prezzi e prospettive del fotovoltaico in Italia


La definizione del tetto massimo di potenza installabile annua in Spagna ha disorientato il mercato globale del fotovoltaico, provocando una discesa dei prezzi, maggiore rispetto a quanto si poteva prevedere solo pochi mesi fa. I magazzini di diversi produttori sono pieni di moduli fotovoltaici invenduti, destinati al mercato spagnolo. La situazione è pesante per le aziende che non hanno diversificato la pianificazione del loro processo di crescita. Mi raccontava solo qualche giorno fa il responsabile commerciale per l’Italia della azienda tedesca che ci fornisce i moduli fotovoltaici che vi sono alcune notissime aziende tedesche in seria difficoltà, a causa dei problemi conseguenti alla decisione del governo spagnolo.
La brusca discesa dei prezzi fa sì che proprio in questi mesi si verifichino le condizioni ottimali per chi voglia realizzare un impianto fotovoltaico: riduzione sensibile dei prezzi e tariffe incentivanti ancora tra le più elevate del mondo (sono ridotte solo del 2% rispetto al biennio 2007-2008).
Possiamo individuare 3 fasce di soggetti potenzialmente interessati alla realizzazione di impianti fotovoltaici: l’utenza residenziale e quindi il segmento dei piccoli impianti; le aziende, con impianti di potenza che varia da poche decine di kW a diverse centinaia di kW ed infine la fascia alta dei grandi impianti, con potenze dell’ordine dei MW.
La prima fascia si sta muovendo bene, grazie alla presenza di prodotti bancari appositamente creati da piccoli istituti di credito. Il cliente è spesso un libero professionista che non ha particolari problemi ad entrare in banca.
La seconda fascia è quella maggiormente penalizzata. Data la dimensione degli impianti, non è più possibile rivolgersi ai piccoli istituti. Occorre contattare le banche più grandi. E, in questi casi, si hanno seri problemi a far finanziarsi la realizzazione degli impianti.
Per la terza fascia, quella dei grossi impianti, non vi sono particolari problemi nel reperire le risorse economiche. Investitori tedeschi, svizzeri ed israeliani, tra gli altri, accorrono attratti dal sole italiano. Il problema, piuttosto, è negli iter autorizzativi, lunghi ed dall’esito incerto.
In prospettiva futura, è necessario investire nella rete elettrica. Attenzione, però, a non ridurre troppo bruscamente l’importo delle tariffe incentivanti, quando sarà il momento di ridefinire le condizioni del Conto Energia.
Per quanto si stiano abbassando velocemente i prezzi del fotovoltaico, siamo ancora lontani dalla grid parity.
Un’ultima considerazione, infine, sul vero ostacolo ad una omogenea diffusione degli impianti fotovoltaici in Italia: l’eccessiva burocrazia necessaria per portare a casa i soldi degli incentivi.
Ciao
Fonte: Parole Verdi

giovedì 16 aprile 2009

Intervistato su Liquida




Conoscete tutti Liquida.
In caso contrario, date un’occhiata qui.
Qui, invece, trovate le interviste di Liquida ai bloggers e ai personaggi più significativi del web italiano.
E tra queste, potete leggere anche l’intervista a Mario Delfino, blogger di Parole Verdi.
Roba da non credere…
Una bella soddisfazione, lo ammetto.
Che segue quella di veder inseriti i post di Parole Verdi nella sezione Ultime dai blog del dossier Nuove Energie de Il Sole 24 Ore.
Ciao